I misteri e i segreti di Certaldo Alto

CERTALDO ALTO

Ecco una storia su Certaldo Alto che ha il sapore della leggenda ma che rispetto a tutte le leggende che si dice abbiano sempre un fondo di verità, questa ha molto di più, essendo ancora raccontata dagli anziani del luogo che hanno vissuto gran parte della loro vita a Certaldo Alto, testimoni in prima persona di ciò che vi stiamo per raccontare ed ad oggi mai divulgato per iscritto ma solo verbalmente dai protagonisti e dai loro antenati.

Infatti, secondo alcuni abitanti, nel sottosuolo di Certaldo Alto ci sarebbero svariati percorsi e gallerie sotterranee che correrebbero lungo tutto il perimetro del borgo ed oltre, fino ad una collinetta chiamata “Poggio del Boccaccio”.

L’origine di tali cunicoli scavati a mano sarebbe antichissima, probabilmente intorno l’anno 1000 o qualche secolo più tardi e conterrebbero ancora molti oggetti di valore inestimabile come suppellettili, paramenti, armature, oggetti di uso quotidiano, libri ed addirittura alcuni effetti personali appartenuti al poeta Boccaccio stesso, nato e vissuto proprio a Certaldo Alto dove ancora si può visitare la casa nativa ed oggi museo e sede dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio … insomma un vero e proprio museo nascosto ricco di tesori preziosissimi!

Secondo i sostenitori di tali teorie, gli accessi alle gallerie sarebbero molteplici e situati in vari punti del borgo: pozzi d’acqua di alcune abitazioni private, botole nascoste poste in scantinati, piccole aperture nel terreno ed una sorta di passaggio segreto niente di meno che dal Palazzo Pretorio!

La leggenda o meglio, i racconti narrano che gli ultimi a riuscire ad entrare siano stati degli anziani in gioventù  ma che dopo qualche metro siano dovuti tornare indietro per la mancanza d’aria dovuta alla chiusura ormai millenaria di tali cunicoli.

Il reticolato di gallerie condurrebbe poi al “Poggio del Boccaccio” … altro mistero … si tratta infatti, di una collina adiacente e ben visibile da Certaldo Alto molto molto particolare.
Ad occhio nudo infatti si nota subito la strana forma piramidale e molto ben definita della collina che si innalza esattamente da ogni lato con la stessa inclinazione e poggiando su una base piana.

Anche la sommità del colle è stranissima: perfettamente piatta! Pare infatti che non sia una collina naturale bensì che nasconda una sorta di piramide antichissima che poi col tempo si sia pian piano ricoperta naturalmente di terreno ed erba e, che tra l’altro non sarebbe la prima piramide in Italia…
Mistero nel mistero…

One thought on “I misteri e i segreti di Certaldo Alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *