La leggenda del Ponte di Cristallo del Boccaccio

Conoscete la leggenda del ponte di cristallo del Boccaccio, che il famoso scrittore del Decamerone si fece costruire dal diavolo in persona?

Ve la raccontiamo noi…

Certaldo Alto, il piccolo borgo medievale dove nacque e visse Giovanni Boccaccio, si erge su un piccolo colle.
Ai suoi lati ci sono altre due piccoli colli: il Poggio del Boccaccio e il Poggio alle Fate.
Il Poggio alle Fate era già abitato nei tempi antichi. Sembra essere stato usato in epoca romana come silo per la raccolta e conservazione dei prodotti della terra. L’attuale piccolo borghetto residenziale alla sua sommità ha origine da un antico ricovero per pellegrini su una delle vie secondarie della Via Francigena.
Il Poggio del Boccaccio invece è completamente spoglio ed ha una forma particolare: trapezioidale, come una piramide senza punta, che appare quasi come di natura artificiale.
Abbiamo già parlato delle stranezze di questo colle e dei racconti che lo legano ai cunicoli sotterranei di Certaldo Alto. Scavi archeologici fatti nel anni 70, purtroppo poi interrotti, rivelano che il colle fu necropoli etrusca.

Ma veniamo alla leggenda…

La vita stessa di Giovanni Boccaccio è già un mistero in sé fin dall’inizio. Il padre è un noto mercante fiorentino, mentre la madre è ignota, si pensa sia una serva o una dama di Parigi, dove il padre si recava spesso per lavoro.
Nonostante fosse figlio illegittimo, ottenne la dispensa per diventare chierico per  assicurarsi una rendita fissa e poter continuare a coltivare la sua passione per la letteratura.

Altra sua grande passione erano, si dice, le donne e da qui sembra aver inizio la leggenda del ponte di cristallo. Possiamo solo immaginare quanto fascino potesse suscitare una figura così particolare negli animi degli abitanti di un piccolo borgo nella campagna toscana dedito alla coltivazione delle cipolle.
Boccaccio sembra utilizzasse i cunicoli sotterranei che univano Certaldo Alto con il poggio adiacente,  per scopi non propriamente leciti. Ed è qui che stringe un patto col diavolo, dal quale si fa costruire un invisibile ponte di cristallo che dal borgo medievale di Certaldo Alto, dove si trova la sua casa natale, si collega direttamente al poggio adiacente per poter incontrare una congrega di streghe.

Verificate di persona!

Vi consigliamo di farvi una passeggiata e dal Parco Collinare di Canonica e salire sul Poggio del Boccaccio. Da qui si gode un bellissimo panorama sul centro storico di Certaldo e sulla valle sottostante e vi potrete immaginare il fantomatico Ponte di Cristallo del Boccaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *