San Valentino tra passato e presente…

La leggenda di San Valentino deriva da un’usanza degli antichi romani che si svolgeva proprio durante il mese di Febbraio per celebrare il dio Luperco, protettore della fertilità. Si usava infatti “rinnovare” e purificare gli ambienti e compiere sacrifici propiziatori, per festeggiare l’inizio della primavera che avrebbe dato anche nuovi raccolti.

Durante i festeggiamenti i giovani romani partecipavano ad una sorta di lotteria dell’amore: un bambino estraeva da un’urna il nome di un ragazzo e di una ragazza, che per un anno intero avrebbero dovuto convivere e compiere il rito della fertilità, seguiti poi l’anno successivo da un’altra coppia e così via.

Papa Gelasio, per porre fine a questa tradizione pagana instituì la festa di San Valentino, vescovo martire lapidato proprio nel mese di Febbraio perché usava celebrare matrimoni inizialmente negati dall’imperatore Claudio II.

La festa di San Valentino è oggi la festa degli innamorati celebrata in tutto il mondo, ognuno con le proprie tradizioni e usanze…

Alcune idee per un San Valentino diverso, ma sempre all’insegna dell’amore:

Un momento romantico:  godersi il tramonto seduti sugli antichi scalini della Porta al Rivellino di Certaldo Alto, volgendo lo sguardo alle antiche torri di San Gimignano e alle verdi colline circostanti e magari dopo gustarsi una cena intima per due a lume di candela.

Una ricetta “speciale”, gli Spaghetti Innamorati: bollire l’acqua con un cucchiaino di Nutella, cuocere gli spaghetti normalmente aggiungendo 50 gr di zucchero al posto del sale, scolare e saltare la pasta nella stessa pentola con 50 gr di Nutella…  Buon appetito e …

Buon San Valentino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *