La cucina toscana raccontata dall’ Hotel Certaldo

Pappa al Pomodoro

La Pappa col Pomodoro, la famosa zuppa di pane e pomodoro, nata come piatto di recupero del pane avanzato, fu conosciuta per la prima volta fuori dalla Toscana grazie alle celebri pagine de “Il giornalino di Gian Burrasca” dello scrittore fiorentino Vamba, ma soprattutto grazie alla canzone dell’omonimo sceneggiato televisivo creato negli anni ‘60 dalla RAI, che porta proprio come titolo il nome questo piatto della tradizione toscana.

Ottima d’inverno come zuppa calda, la pappa al pomodoro è altrettanto invitante e gustosa d’estate servita a temperatura ambiente, da gustare irrorata con ottimo e abbondante olio extravergine d’oliva e foglie di basilico spezzettate.

Come spesso accade con i piatti “poveri” e semplici, anche la pappa al pomodoro ha subito delle piccole varianti applicate da ogni famiglia, in base ai propri gusti personali. Noi all’Hotel Certaldo la facciamo seguendo un’ antica ricetta che vi proponiamo qui di seguito, ed è proprio buona!

Per chi è intollerante al pomodoro, vi proponiamo anche la variante “semplice” di questa zuppa di pane, ovvero la Pappa con l’olio, che in realtà nasce per la necessità di creare pasti gustosi con pochi essenziali ingredienti. Era antica credenza infatti che mangiare la pappa con l’olio facesse diventare più belli, ma forse questa è una leggenda messa in giro da qualche mamma desiderosa che i propri figli mangiassero con appetito questo semplice e sano preparato.

Pappa al Pomodoro

Ingredienti: pane raffermo, aglio, basilico, pomodori, olio extra vergine di oliva, sale.

In una pentola far soffriggere in olio extra vergine di oliva un trito di aglio e basilico, a fuoco basso. Aggiungere quindi quattro o cinque pomodori a pezzi e aggiustare di sale. Aggiungere un po’ d’acqua e fare bollire lentamente per altri venti minuti. Prendere del pane raffermo a pezzi e metterlo nella pentola con il sugo, continuare a cuocere bene fino a che non diventa una pappa.
Cuocere per altri venti minuti aggiungendo acqua all’occorrenza e facendo attenzione che a fine cottura la pappa non sia né troppo liquida né troppo dura. E’ consigliabile mangiarla tiepida, benché sia ottima anche bollente.

Il tocco in più dell’Hotel Certaldo: A noi piace aggiungere al soffritto un po’ di odori e infine servirla con delle foglioline di basilico.

Pappa con l’olio

Ingredienti: pane raffermo, due spicchi d’aglio, olio extra vergine di oliva toscano, sale.

In un tegame di coccio mettere due spicchi d’aglio, l’olio, il pane raffermo a piccole fette e aggiungere acqua a coprire. Portare il tutto a giusta cottura facendo bollire molto lentamente. Quasi al termine, salare.

Il tocco in più dell’Hotel Certaldo

A noi piace servirla ancora calda con una generosa “C” di olio extra vergine di oliva.

Pappa al Pomodoro
Pappa al Pomodoro
Hotel Certaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *