Ricette di cucina dell’Hotel Certaldo!

Le ricette dell'Hotel Certaldo

A corto di idee per la cena? Gli chef dell’Hotel Certaldo ti svelano alcune delle tipiche ricette toscane che vengono preparate per gli ospiti ! Ricette facili, veloci e … di gran successo!
Ed ora, tutti ai fornelli!

Risotto allo Zafferano di San Gimignano

Uno dei prodotti tipici di San Gimignano, nei dintorni dell’Hotel Certaldolo zafferano! Talmente importante da essersi guadagnato l’etichetta di prodotto D.O.P. ! All’Hotel Certaldo lo utilizziamo spesso in molte nostre ricette!

Ingredienti per 4 persone:
320 gr di riso per risotti,
5 gr di pistilli di zafferano di San Gimignano,
1  scalogno,
Coste di sedano q.b.,
Brodo vegetale q.b.,
Un bicchiere di Vernaccia di San Gimignano,
30 gr di burro,
40 gr di grana grattugiato,
Sale, pepe, olio d’oliva toscano.

Scaldate due cucchiai di olio d’oliva toscano in un tegame, aggiungete lo scalogno tritato in modo da rosolare leggermente e poi aggiungete il riso. Lasciatelo tostare qualche minuto e sfumate con la Vernaccia di San Gimignano, unite i pistilli di zafferano di San Gimignano e continuate la cottura aggiungendo poco per volta il brodo vegetale caldo.
Circa a metà cottura, aggiungete il sedano già precedentemente mondato e sminuzzato. Aggiustate di sale e pepe. Quando il risotto è pronto, mantecatelo a fuoco spento con il burro ed il formaggio grattugiato. Servite il risotto allo zafferano di San Gimignano in piatti caldi con un filo di olio d’oliva toscano a crudo. Potete abbinare il risotto allo zafferano di San Gimignano con un buon bicchiere di Vernaccia di San Gimignano, precedentemente usato per sfumare in cottura.

 Petto di pollo agli spinaci e cipolle di Certaldo

Un classico per Certaldo … le sue cipolle! Si trovano addirittura nello stemma di Certaldo da centinaia e centinaia di anni. La sua conformazione e la composizione del suolo delle campagne di Certaldo è ideale per la coltivazione delle cipolle. Prodotto agricolo diventato presidio Slow Food! Immancabili nelle nostre ricette!

Ingredienti 4 persone:
4 petti di pollo,
300 gr di spinaci lessati,
300 g di patate,
90 g di rete di maiale,
350 gr di cipolle di Certaldo,
2 dl di vino rosso DOC di San Gimignano,
Sale e pepe q.b,
Brodo,
Olio d’oliva toscano.

Battete il batticarne sui petti di pollo fino ad ottenere uno spessore fine.
Adagiate su ogni petto, gli spinaci lessati, strizzati e tritati grossolanamente. Arrotolateli e avvolgeteli nella rete di maiale.
Tagliate a fette sottili le cipolle di Certaldo e farle imbiondire in una casseruola con qualche cucchiaio di olio d’oliva toscano. Aggiustate di sale e pepe e bagnatele con il vino rosso di San Gimignano. Quando il vino è evaporato, terminate la cottura con il coperchio.
Frullate le cipolle di Certaldo al frullatore, con del brodo, se occorre.  Infornate i petti di pollo, con poca acqua, a 150 gradi. Cuocete, sempre in forno con un po’ di olio d’oliva toscano , le patate a cubetti. Quando i petti di pollo sono pronti, tagliateli a fette sottili e disponeteli nei piatti, sul letto di cipolle di Certaldo. Guarnire con le patate al forno e servite subito.

 Tiramisù

Uno dei dolci italiani più apprezzati e conosciuto in tutto il mondo! Il Tiramisù sembra nascere  proprio in Toscana nel XVII secolo a Siena quando alcuni pasticceri prepararono questa antica ricetta per celebrare l’arrivo del Granduca di Toscana, che all’epoca fu inizialmente chiamato “zuppa del Duca”

Ingredienti 4 persone:
500 grammi di mascarpone
500 grammi di savoiardi
200 grammi di zucchero
6 uova
12 tazzine di caffè
cacao amaro in polvere

Iniziate prepararando il caffè e versatelo in un piatto fondo. Aggiungete un pizzico di zucchero e lasciatelo raffreddare.
Prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi. Mettete i tuorli in una ciotola ed aggiungerci 250 grammi di zucchero sbattendo bene finché il composto non diventa chiaro, liscio ed omogeneo.
Prendete un altro contenitore per il mascarpone. Con una frusta elettrica amalgamate lo zucchero e i tuorli che avete preparato prima.
Ora, da un’altra parte montate gli albumi a neve e aggiungendo gli altri 250 grammi di zucchero. Una volta fatto questo, aggiungeteli al composto di mascarpone, tuorli e zucchero.
Avrete così una crema molto soda e omogenea.
Adesso, in una pirofila rettangolare fate uno strato di crema. Inzuppate i savoiardi, a uno a uno, nel caffè zuccherato disponendoli nella pirofila uno accanto all’altro sopra la crema. Continuate così fino a 4-5 strati.
Coprite poi il tutto con la crema e spolverate la superficie con il cacao amaro.
Mettete il tiramisù in frigo e lasciatelo raffreddare per minimo tre ore.

Le ricette dell'Hotel Certaldo
Le ricette dell’Hotel Certaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *