Expo Milano 2015, Italia

Nutrire il pianeta, energia per la vita

L’Expo 2015 a Milano – l’esposizione universale in Italia dal 1* Maggio al 31 Ottobre 2015 – si può riassumere in un’affermazione e cioè la possibilità di nutrire l’intera umanità in maniera sufficiente, naturale ed ecosostenibile.

La Terra, dopo averci dato nutrito per millenni e millenni, ha bisogno di nutrimento per se stessa, rispetto ed equilibrio fra quello che l’umanità consuma e quello che il pianeta stesso può fornire.

Da questi concetti nascono di conseguenza delle domande correlate: quali sono i metodi migliori per garantire a tutta l’umanità un’alimentazione sana ed equilibrata? Quali sono le tecnologie più innovative di cui l’uomo dispone oggi per poter raggiungere quest’obiettivo? Come sostenere il pianeta nel giusto equilibrio fra risorse e sfruttamento da parte dall’umanità’? Quali sono le migliori strategie per la produzione alimentare, il risparmio energetico, l’eventuale uso di energie rinnovabili, la salvaguardia delle risorse naturali?

Expo Milano 2015 ha voluto quindi essere un punto d’incontro fra tutti i popoli del mondo, una collaborazione globale al fine di condividere il sapere umano verso le varie prospettive sopraelencate. Gli obiettivi – o meglio i temi – che Expo Milano 2015 si prefigge ed intende sviluppare sono concettualmente semplici ma ambiziosi: combattere la povertà e la fame nel mondo, ridurre la mortalità infantile, migliorare la salute materna, incrementare l’eco sostenibilità e l’ambiente, creare e mantenere una cooperazione mondiale a tali scopi.

Expo 2015 si è svolta a Milano che è diventata una vetrina mondiale durante tutta la durata della manifestazione. L’area espositiva di circa 1,1 milioni di metri quadri, con oltre 140 nazionalità coinvolte , ha visto più di 20 milioni di visitatori. Expo Milano 2015 ha fondato le proprie radici sul confronto di idee sul tema dell’alimentazione per un futuro sostenibile dell’umanita ed ha offerto anche la possibilità di conoscere e assaggiare i migliori piatti al mondo, facendo scoprire le eccellenze gastronomiche da ogni parte del mondo. Durante Expo 2015, Milano città ed il sito espositivo sono stati animati anche da vari eventi artistici, meeting, spettacoli, mostre e workshop.

Una delle innovazioni di Expo Milano 2015 è che  per la prima volta i Paesi non vengono raggruppati a livello geografico, ma secondo identità e culture. I cluster sono caratterizzati da aree comuni, che si espletano attraverso spazi di funzione (eventi, mostra, degustazioni, mercato) la filiera alimentare. Ogni Paese presente nei cluster dispone inoltre di un proprio spazio espositivo. I cluster sono rappresentati da otto temi prinicipali e cioè:

  • Cacao, il cibo degli dei;
  •  Caffè, l’energia delle idee;
  • Frutta e legumi, Il mondo delle spezie;
  • Bio-mediterraneo, salute, bellezza e armonia;
  •  Cereali e tuberi, vecchie e nuove culture;
  •  Isole, mare e cibo;
  •  Zone aride, l’agricoltura e l’alimentazione delle zone aride.

 “C’è un solo posto al mondo dove il quotidiano si specchia così compiutamente nel sublime in un mirabile intreccio di natura e cultura. E’ la Toscana”. (Stendhal)

Anche la Toscana entra a far parte di Expo Milano 2015 come area geografica d’eccellenza che riesce a creare un felice connubio fra arte, storia, spiritualità, economia, cultura, natura, tale da generare quasi un miracolo in termini qualità della vita.

La Toscana è il luogo ideale dove nutrire il corpo e l’anima, il luogo fisico e reale del Buon Vivere, dove la tradizione si sposa con il futuro e l’innovazione, probabilmente una delle regioni italiane che più rappresenta l’essenza dell’Expo Milano 2015 grazie alla presenza nel territorio toscano di vari elementi la caratterizzano: le dolci e verdi colline toscane, le città d’arte toscane conosciute in tutto il mondo, le coste etrusche e le isole dell’arcipelago toscano, le molte fonti termali sparse su tutta la regione toscana, gli splendidi ed inconfondibili borghi toscani, l’area dell’Appenino Tosco-emiliano con le proprie biodiversità montane ecc…

A tale proposito sono molti gli itinerari turistici in Toscana che Expo Milano 2015 suggerisce ai propri visitatori: le città d’arte d’eccellenza come Firenze, Siena e Pisa, Arezzo e Cortona proseguendo poi verso la Val d’Orcia con Montalcino, Montepulciano e Pienza, la leonardiana Vinci, i piccoli borghi medievali toscani come San Gimignano patrimonio dell’Unesco già da anni, l’etrusca Volterra, Certaldo Alto patria del poeta scrittore Giovanni Boccaccio a pochi passi dall’Hotel Certaldo, l’area del Chianti con i suoi paesaggi toscani da cartolina, il nord della Toscana con le terre dell’oro bianco, i marmi di Carrara, le riserve ed i parchi naturali toscani, la potenza primigenia della terra che si palesa a Larderello con i suoi soffioni, ecc…

Expo Milano 2015 e  l’Hotel Certaldo.

Nel suo piccolo anche all’ Hotel Certaldo siamo da sempre attenti all’ecologia ed alla salvaguardia dell’ambiente, mettendo in pratica semplici azioni e piccoli gesti tali da diminuire il più possibile gli sprechi di energia e lo sfruttamento delle risorse ambientali . Ogni giorno tutto lo staff dell’Hotel Certaldo infatti si impegna attivamente – grazie a piccoli ma importanti accorgimenti – per mantenere una politica ecofriendly già espletata dalla nascita della struttura architettonica divenuta poi Hotel 4 stelle. L’Hotel Certaldo nasce infatti dallo storico cinquecentesco mulino ad acqua, all’epoca il più grande ed importante di tutta la Val d’Elsa di proprietà della famiglia De’ Medici di Firenze, che utilizzava l’energia del flusso delle acque del fiume Elsa per il funzionamento delle macine del mulino. Da tale concetto è nata poi la volontà di mantenere l’aspetto ecologico dell’edificio con la predisposizione a produrre nuovamente energia elettrica pulita con la stessa funzionalità con la quale il mulino di Certaldo nacque .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *